PANCHINA. PANCHINE

Panchine. Tu mi chiedi. Panchina. Panchine. Cerco di rimettere in sesto l’ ultima stanga che penzola abbandonata, avvinghiata, rigirata, scolorita, svitata, arrugginita, dimenticata. Ma mi resiste ed urla. Per pietà. Lasciami così. Per pietà. Cerco di rialloggiare i piedi contorti e divelti, sterrati, sporcati, emaciati, dissaldati, disboscati, dimenticati. Ma mi resiste ed urla. Per pietà. Lasciami così. Per pietà. Per … Continua a leggere